Accedi al sito
Serve aiuto?

Imposta di registro su terreni agricoli, un caso di compravendita non assoggettabile ad Iva

Imposta di registro su terreni agricoli, la Cassazione si esprime sulla non assoggettabilità ad Iva di un terreno divenuto edificabile

 

In tema di Iva, la Cassazione ha chiarito che la cessione da parte di un’imprenditore agricolo di un terreno, divenuto edificabile, non rientra tra le operazioni soggette a Iva, avendo il terreno perduto la qualità di bene strumentale, cioè di bene relativo all’impresa. La conseguenza è che tale cessione non va assoggettata ad Iva, bensì a imposta di registro.

In particolare, la Commissione Tributaria di II grado di Bolzano confermava la decisione di primo grado che accoglieva la richiesta di un imprenditore agricolo di pagamento dell’imposta di registro in luogo dell’Iva relativa alla vendita dei propri terreni agricoli, divenuti edificabili a seguito della modifica del piano regolatore.

I giudici avevano accolto la richiesta del contribuente adducendo la non strumentalità di detti terreni all’attività agricola.

L’Agenzia delle Entrate ricorreva in Cassazione, contro tale sentenza.

La sentenza della Corte di Cassazione

La Cassazione, con la sentenza n.11600 del 6 giugno 2016, rigetta il ricorso presentato dall’Agenzia delle Entrate ritenendo che il terreno abbia “assunto il carattere di suolo destinato all’edificazione, così perdendo la qualità di bene strumentale cioè di bene relativo all’impresa”.

Il bene, a seguito della modifica del Prg, non ricade più nella tipologia degli atti soggetti ad Iva, come previsto dall’art. 2 del dpr n. 633 del 1972, secondo cui sono soggette ad Iva “le cessioni di beni che comportano trasferimento della proprietà ovvero costituzione o trasferimento di diritti reali di godimento su beni di ogni genere”.

Il terreno da agricolo è divenuto edificabile, pertanto, in ragione della sua mutata valenza economica, ha perso “in via definitiva il carattere originario di bene strumentale” e quindi deve considerarsi fuori dal campo di applicazione dell’Iva, con conseguenteassoggettamento del relativo atto di cessione alla semplice imposta di registro.

BibLus-net
Data: 29-08-2016
« Indietro