Accedi al sito
Serve aiuto?

E’ ufficialmente in vigore il Glossario dell’edilizia libera

Entra in vigore il Glossario dell’edilizia libera. Da oggi molti interventi potranno essere effettuati direttamente, senza permessi o comunicazioni

 

È entrato in vigore dal 22 aprile il dm 2 marzo 2018, contenente il Glossario dell’edilizia libera, ossia l’elenco delle opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo o comunicazione specifica.

Si tratta di 58 interventi che non necessitano di alcuna comunicazione o permesso.

Interventi di edilizia libera

Nessun titolo abilitativo occorre per sostituire pavimentazioni esterne ed interne, per installare pannelli fotovoltaici o rinnovare intonaci interni ed esterni.

Sono liberalizzate anche la riparazione, l’integrazione, l’efficientamento e la messa a norma di diverse tipologie di impianti, che comprendono quelli elettrici, per la distribuzione del gas, igienici e idro-sanitari, antincendio, di climatizzazione. L’antenna terrestre e la parabola possono certamente essere installate senza dover richiedere autorizzazioni e senza presentare alcuna comunicazione.

Nell’ambito degli interventi volti all’eliminazione delle barriere architettoniche, e a condizione che non venga alterata la sagoma dell’edificio, sono considerati di edilizia libera l’installazione, la riparazione, la sostituzione ed il rinnovamento di ascensori e montacarichi (purché non incidenti sulle strutture portanti), di servoscala, di rampe,

Per conoscere nel dettaglio tutti gli interventi liberalizzati, rinviamo a un precedente articolo di BibLus-net che tratta in maniera approfondita la questione.

Occorre ricordare che le opere liberalizzate vanno realizzate comunque nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative sull’attività edilizia applicabili:

  • norme antisismiche
  • norme di sicurezza
  • norme antincendio
  • norme igienico-sanitarie
  • norme sull’efficienza energetica
  • norme di tutela dal rischio idrogeologico
  • disposizioni del codice dei beni culturali e del paesaggio

 Clicca qui per scaricare il dm 2 marzo 2018

BibLus-Net
Data: 30-04-2018
« Indietro